ETNAVIVA nel CILENTO 29 agosto-5 settembre

ETNAVIVA nel CILENTO

dal 29 agosto al 5 settembre

SABATO 29 AGOSTO

partenza di prima mattina – al pomeriggio visita Grotte Castelcivita (Le Grotte di Castelcivita, conosciute anche come le Grotte di Spartaco, si estendono per svariati chilometri nel massiccio dei Monti Alburni, nei comuni di Castelcivita e Controne, ma solo 1700 metri sono accessibili ai visitatori. Si tratta di un complesso di cavità carsiche particolarmente ricche di stalattiti e stalagmiti dalle mille forme; con un totale di circa 4800 m di lunghezza, rappresentano oggi uno dei complessi speleologici più vasti dell’Italia meridionale. – cena e pernottamento in agriturismo ad Agerola (SA)

DOMENICA 30 AGOSTO

Il Sentiero degli Dei Il Sentiero degli Dei collega Agerola, un paesino sulle colline della Costiera Amalfitana, a Nocelle, frazione di Positano abbarbicata alle pendici del Monte Pertuso. Basta il nome per far intuire la spettacolarità del sentiero: percorretelo nella direzione che va da Agerola a Nocelle in modo da camminare in leggera discesa e avere davanti il panorama della Costiera Amalfitana e di Capri. – cena e pernottamento in agriturismo ad Agerola (SA)

LUNEDI’ 31 AGOSTO

Sentiero delle Ferriere (La riserva Valle delle Ferriere è un’area naturale protetta situata nel comune di Scala, in provincia di Salerno. Il suo nome deriva dalla presenza delle antiche ferriere della Repubblica Amalfitana, le quali erano attive soprattutto nella produzione di chiodi per le imbarcazioni) – al pomeriggio partenza per Pisciotta, dove si cenerà ed alloggerà in “albergo diffuso” per il resto della settimana

(A circa 100 chilometri a Sud da Salerno si trova un luogo dai colori pastello, fatto di vicoletti che si snodano per tutto il paesino. Parliamo di Pisciotta, un centro che fa parte del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Un luogo che sembra essere fermo nel tempo, dove passeggiando si incontrano vecchi uomini che si dilettano giocando a carte o osservando tutto ciò succede intorno a loro. Pisciotta è anche conosciuta come “la Porta di Palinuro”, per la vicinanza con la nota località balneare, ed è un ottimo punto di partenza per andare alla scoperta delle più belle città dell’entroterra Cilentano.)

MARTEDI’ 1 SETTEMBRE

Ascesa al Monte Cervati, la vetta più alta del Cilento (Non può mancare la salita a questa montagna: il monte Cervati (nel territorio comunale di Sanza) è il più alto della Campania con i suoi 1899 metri. La natura geologica del massiccio mostra la morfologia caratteristica di un ambiente carsico, con inghiottitoi, sorgenti freschissime e corsi d’acqua temporanei. Il massiccio mostra le sue pareti a strapiombo, incise da profondi canaloni e numerosi torrioni e guglie, spettacolari e caratteristiche, proprio dal versante di Piaggine, con ai piedi i boschi misti e le faggete che si aprono di tanto in tanto in radure ricche di vegetazione e verdissime (o bianchissime in inverno). Dalla vetta si possono osservare il Vallo di Diano e il massiccio del monte Motola (1700 m), oppure il Monte Sacro e il mare. Sulla cima del Cervati vi sono una cappella e una grotta dedicate alla Madonna della Neve.)

MERCOLEDI’ 2 SETTEMBRE

Sentiero costiero del Cilento – nel Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni

(lasciati conquistare dai tuoi desideri, per vivere un’autentica esperienza immersa tra paesaggi incontaminati e le tue passioni)

GIOVEDI’ 3 SETTEMBRE

giornata libera (consigliati: gole del calore e discesa in canoa lungo il fiume Calore: Sgorga sulle pendici settentrionali del Monte Cervati, da alcune grosse polle ai piedi di un’alta parete rocciosa, all’interno di un’estesa faggeta, in una località chiamata Festole, non lontana dall’area forestale di Pruno.

Il suo corso si svolge interamente nella provincia di Salerno, all’interno del Cilento, per una lunghezza di 63 chilometri, facendosi strada in un bacino caratterizzato, soprattutto nella parte alta, da località impervie e di difficile accesso. Per lunghi tratti infatti, il suo alveo si infossa tra strette e alte pareti rocciose, dando vita ad escavazioni fluviali nelle rocce che prendono il nome di Gole del Calore, come accade presso il centro abitato di Laurino e nella gola del Monte Pescorubino, tra le località di Magliano Nuovo e Felitto.

VENERDI’ 4 SETTEMBRE

PAESTUM (parco archeologico) e VELIA (Elea-Velia fu un grande polo culturale dell’antichità, la scuola eleatica fu molto importante nella storia della filosofia e i suoi principali esponenti furono Parmenide, Zenone e Melisso di Samo. Ad Elea soggiornarono anche i filosofi Senofane e Leucippo. Fino almeno al 62 d.C. operò una fiorente scuola medica e di Velia furono i due grammatici Stazio (padre del più noto poeta latino) e Palamede (II sec. d.C.)

SABATO 5 SETTEMBRE

Rientro a Catania

********************************

Viaggio in auto con mezzi propri

Costo circa € 450,00 escluso ingresso grotte, eventuali visite guidate e ingresso musei e canoa-adventures

ADESIONI ENTRO E NON OLTRE IL 15 MARZO

al fine di poter prenotare con anticipo le strutture di accoglienza e vagliare le diverse offerte

********************************

ATTIVITA’ RIVOLTA AI SOCI IN REGOLA CON LA QUOTA SOCIALE 2020

Il programma potrà subire dei cambiamenti dovuti a cause di forza maggiore (meteo, indisponibilità guide, ecc…) ma l’adesione alla settimana nel Cilento equivale all’accettazione del programma suddescritto.

Seguirà riunione gruppo Cilento con raccolta anticipo per prenotazioni varie ed eventuale gruppo-WhatsApp dedicato

In attesa delle le vostre adesioni in tempo utile, grazie

Andrea Cannavò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per lasciare un commento puoi registrarti al sito oppure compilare i campi di seguito.

Se sei già registrato, fai login: Login

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.