Premia il Tuo Corto Preferito (Premi David di Donatello)

Benvenuto sulla pagina ufficiale del concorso “Premia il Tuo Corto Preferito”

sezione web della prestigiosa manifestazione cinematografica italiana Premi David di Donatello. Il concorso rappresenta un’importante novità dell’edizione 2014 del David voluta per sostenere e promuovere i giovani registi che hanno fatto dell’arte del cinema la loro missione e che credono fermamente nella loro opera.

Il concorso si svolge interamente sul web e vede confrontarsi tra loro i registi che con i loro cortometraggi hanno preso parte all’edizione 2013 del David. Chi tra di essi risulterà il più votato del web, si aggiudicherà una menzione speciale all’interno della serata finale dei Premi David di Donatello ed. 2014. Guarda, scegli e vota il Tuo corto Preferito.

Contribuirai in questo modo alla realizzazione di un importante traguardo, perché inseguire le proprie passioni, mettere amore, impegno, determinazione in quello che si fa alla fine premia! (dal sito web Progetto Web, premia il tuo corto preferito)

 

Vi invitiamo a guaradare il corto di Giovanni Virgilio, catanese di anni 31, regista esordiente già in concorso al Festival Internazionale di Venezia, oggi in concorso al David di Donatello 2014 per la menzione speciale con “Al di là delle nuvole iniziano i sogni” uscito nel 2012, corto che ha partecipato a 90 festival internazionali vincendo diversi premi.
Il corto interamente girato a Catania , con attori e compositore delle musiche originali catanesi, per la tematica che affronta e che ci riguarda da vicino alcuni giorni fa gli ha fatto ricevere anche il premio Livatino per l’impegno sociale.

Ambientato a Catania nei primi anni Novanta, il corto di Giovanni Virgilio

affronta la tematica della mafia dal punto di vista di un bambino, Damiano appunto. Il piccolo protagonista ha nove anni e a scuola, grazie al suo maestro speciale, un giornalista antimafia ed ex professore di liceo allontanato a causa delle sue idee politiche, ha imparato ad amare e a capire l’importanza dei giudici e delle loro scorte.
Innamorato della figura di Giovanni Falcone, Damiano non esita a dichiarare di volersi chiamare Giovanni come il suo eroe. Intanto in famiglia si vive una situazione precaria: il padre non ha un lavoro fisso e si dedica a lavoretti non sempre puliti, la madre è costretta a far quadrare il bilancio facendo i salti mortali e intanto la Storia e la Cronaca si incontrano con il piccolo Damiano costringendolo a vivere un grande dolore quando sia il suo insegnante e mentore, che il Giudice Falcone vengono uccisi.

(dal sito web Progetto Web, premia il tuo corto preferito)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per lasciare un commento puoi registrarti al sito oppure compilare i campi di seguito.

Se sei già registrato, fai login: Login